........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Reddito di cittadinanza: vogliono dimezzarlo #adessonews


6′ di lettura

Reddito di cittadinanza: voglio dimezzarlo, sembra questa la strada che intende percorrere il nuovo governo. Non una abolizione completa e subito, che non sarebbe né possibile, né praticabile, ma una riduzione netta dei beneficiari. (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Davvero strano che il nuovo esecutivo non si sia ancora formato, ma la questione centrale resti il Reddito di cittadinanza, da abolire o ridurre. Come se questa fosse la questione principale per il Paese e non l’aumento esponenziale delle bollette energetiche, che farà crescere inevitabilmente la povertà. In momenti così difficili il governo non dovrebbe abbattere la sua scure proprio su misure di sostegno sociali, mai così importanti.

Su questo argomento può interessarti un post che spiega in quanto tempo possono cancellare il reddito di cittadinanza; o cosa succede per chi ha avuto il Reddito solo a settembre; o anche quali sono le spese vietate con l’Rdc.

La legge di Bilancio

Ma se ne parla e tanto. L’obiettivo è quello di introdurre una misura che dimezzi il Reddito di Cittadinanza già nella prossima legge di Bilancio che sarà varata entro novembre.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Del resto già in campagna elettorale esponenti di Fratelli d’Italia e la stessa Meloni (possibile prossimo presidente del Consiglio) avevano più volte ribadito l’intenzione di abolire il Reddito di Cittadinanza.

Come dire, l’eliminazione dell’Rdc sembra un punto fondamentale per Fratelli d’Italia. Quasi fosse la base da cui partire per la futura azione di governo. È stato comunque anche ripetuto che c’è l’intenzione di preservare le fasce più deboli, ma non è stato ancora detto come e in che modo. Soprattutto non è stato definito cosa si intenda per fasce deboli.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Famiglie senza sussidio

In pratica nessuno dei partiti al Governo vorrebbe lasciare senza il sussidio milioni di famiglie. In campagna elettorale Lega e Forza Italia avevano rimarcato la differenza rispetto a Fratelli d’Italia: piuttosto che eliminare il Reddito parlavano di una sua riforma, anche importante.

La strategia è ora cambiata. Non ci sarà l’abrogazione proposta da Fratelli d’Italia e in fondo neppure la riforma sostanziale del Reddito di cittadinanza. Si è scelta una terza strada, più comoda, ma dalle conseguenze pesantissime per tanti che grazie all’Rdc hanno potuto vivere dignitosamente: il suo dimezzamento.

Due leggi diverse

Il governo non vuole spendere nove miliardi l’anno per il sussidio, ma esattamente la metà.

Il progetto dell’esecutivo dovrebbe imperniarsi su due leggi differenti, che verrebbero approvate insieme:

  • la prima cancellerebbe il sussidio attuale;
  • la seconda approverebbe uno strumento di sostegno sociale del tutto diverso, che separerebbe le categorie dei beneficiari:
    • da una parte chi è in condizione di poter lavorare;
    • dall’altra chi è in situazione di disagio economico ma non è in grado di trovarsi una occupazione.

In pratica il ritornello che è stato più volte ripetuto in campagna elettorale: il reddito di cittadinanza spetta solo a chi non è più in grado di lavorare.

Il 50% dei percettori non può lavorare

Si stima che il 50% degli attuali percettori del Reddito di Cittadinanza sia in età da lavoro e ha bisogno solo di una spinta per entrare nel mercato del lavoro.

Per queste persone il Reddito sarà eliminato, in cambio si punterà a una riforma dei centri dell’impiego e sulla formazione. Che sono stati gli anelli deboli della legge voluta dai 5 Stelle.

Tra i percettori dell’Rdc, solo il 20% ha trovato una occupazione. E tra loro solo il 4% grazie ai navigator e ai Centri per l’impiego.

Reddito di cittadinanza: l’altro 50%…

Resta l’altro 50% dei percettori. La maggior parte è composta per invalidi o da persone che sono inabili al lavoro. Per loro, nelle intenzioni del centrodestra, saranno studiate delle soluzioni che ne migliorino le condizioni economiche.

Un’altra quota di questo 50% è composta da lavoratori che sono in età avanzata (ma ancora distanti dalla pensione) e difficilmente collocabili sul mercato del lavoro. Per queste persone sarà studiato un accompagnamento alla pensione.

Il piano viene fuori da un accordotra le diverse posizioni espresse nel centrodestra. Una sorta di compromesso tra Fratelli d’Italia, che era per l’abolizione del Reddito, e Forza Italia e Lega (che lo ha votato in Parlamento), che ne chiedevano invece solo una riformulazione.

Gli altri partiti

E gli altri partiti? Il Movimento 5Stelle annuncia battaglia, in parlamento e nelle piazze, per difendere il sussidio: milioni di persone hanno potuto vivere con dignità grazie al sussidio, toglierlo o dimezzarlo rischia di causare una profonda crisi sociale.

Il Terzo Polo (Renzi e Calenda) è assolutamente favorevoli all’eliminazione del Reddito di Cittadinanza: pronti anche a raccogliere le firme per un referendum.

Il Pd, che non l’ha votato, sembra propenso a una riforma del Reddito, ma contrario a una eliminazione del sussidio.

Reddito di cittadinanza: vogliono dimezzarlo

Cosa succederà

Cosa succederà? Difficile dirlo. È piuttosto singolare che un governo senza ministri e che non si è ancora insediato, nel pieno di una crisi economica, energetica, sociale e geopolitica, riversi le sue attenzioni sul Reddito di Cittadinanza. Soprattutto dopo aver “scoperto” che il 50% delle persone che ricevono il sussidio non è in grado di lavorare e per gli altri potrebbe non essere così semplice trovare una occupazione. Senza contare che le conseguenze della crisi energetica potrebbero presto costringere tante altre persone a ricorrere alla misura di sostegno per poter sopravvivere.

Questo accanimento lascia un po’ stupefatti. Soprattutto se si pensa che in tutte le principali nazioni europee il sussidio di disoccupazione esiste da decenni. Cambiarlo è una opzione comprensibile, eliminarlo o dimezzarlo, sembra invece un accanimento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram – Gruppo esclusivo
  2. WhatsApp – Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram

Come funzionano i gruppi?

  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti
  2. Niente spam o pubblicità
  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo
  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori
  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://thewam.net/reddito-di-cittadinanza-vogliono-dimezzarlo/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.